"Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato al dolore, esso cresce forse più forte"
J. R. Tolkien

lunedì 28 settembre 2009

Tulipani ripieni per cena

Fiori fritti o nell'insalata, messi in tavola come tutte le altre pietanze, lo consiglia Libereso Guglielmi, 84 anni e una vita dedicata alla botanica.

Guglielmi, intervendendo al Festival della Salute a Viareggio, ha dichiarato con sicurezza e semplicità che"Esiste una varietà incredibile di piante commestibili che non conosciamo nemmeno e che dovrebbero entrare a far parte della nostra dieta", soprattutto perchè i fiori contengono vitamine e anti-ossidanti, elementi essenziali al nostro organismo per mantenersi giovane e in forrma.


Secondo il botanico infatti in cucina ci si può sbizzarrire andando ben al di là del risotto con l'ortica. Piante e fiori che abitualmente teniamo in giardino solo a scopo decorativo hanno tuutti i titoli per essere citate nei ricettari di famiglia: "Il glicine, l'acacia e il sambuco sono perfetti fritti o nell'insalata. Il tulipano è ottimo se imbottito con del formaggio morbido e lo stesso vale per l'ibisco".


Certo non tutti possono saccheggiare boschi o prati per preparare il piatto del giorno, ma basta avere un balcone e qualche cassone per coltivare fiori e piante con bulbo. Annafiature regolari, sole e un po' di pazienza e le piantine cresceranno dando anche una nota di colore alla casa.

1 commento:

Pia ha detto...

Non mi ci vedo a mangiar fiori. Certo, ho una bella faccia tosta a dirlo considerando quanti cibi più o meno vicini alla data di scadenza ho ingerito in vita mia.