"Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato al dolore, esso cresce forse più forte"
J. R. Tolkien

domenica 18 settembre 2011

Evangelium non est tantum communicatio rerum quae sciri valent, sed communicatio quae actus edit vitamque transformat. Obscura porta temporis, venturi temporis, aperta est. Qui spem habet, aliter vivit; quoniam nova vita data est illi.


 Il Vangelo non è soltanto una comunicazione di cose che si possono sapere, ma è una comunicazione che produce fatti e cambia la vita. La porta oscura del tempo, del futuro, è stata spalancata. Chi ha speranza vive diversamente; gli è stata donata una vita nuova.
 
Spe salvi-lettera enciclica- Benedetto XVI

6 commenti:

Aliza ha detto...

grazie a Dio posso dire che questa è la verità e che è una meravigliosa esperienza. Ciao

Luigi ha detto...

la chiamano adesso efficacia "performativa" del Vangelo, ma ammetto che questa parola non riesco ancora a digerirla!!!
Buona serata

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

"Performativo" è una parolo già trovata nei miei passati studi di linguistica e semiotica. Ammetto che la trovo forze un po' freddina per il Vangelo, non fosse altro per il fatto che è una efficacia performativa che scaturisce non solo dall'aver compreso letteralmente le parole lette/ascoltate, ma dall'averle anche comprese

PolvereDiStelle ha detto...

Non conoscevo il tuo blog,ma adesso che l'ho scoperto mi iscrivo volentieri!E' molto carino,mi piace!
Se ti va di dare un'occhiata al mio piccolo mondo,sei la benvenuta!Lo trovi qui!

Kylie ha detto...

Anche se il Vangelo, come la Bibbia, sono frutto di interpretazioni...

Buon lunedì!

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

@ Polvere: verrò a curiosare da te di sicuro ;)

@Kylie: Ogni testo è il racconto della realtà e non la realtà stessa. la Bibbia è un testo complesso, stratificato e nato in secoli, di difficile lettura a volte. I Vangeli non sono più facili e di certo ogni evangelista racconta i fatti come li ha vissuti o come gli sono stati raccontati. Quindi sono punti di vista personali, come ogni testo è personale. Sono però testi in cui si raccontano fatti veri secondo quelli che potremmo considerare i criteri di uno storico, che cerca testimoni oculari, si fa raccontare i fatti, li verifica e poi li racconta.

Buon inizio settimana ragazze!!!