"Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato al dolore, esso cresce forse più forte"
J. R. Tolkien

giovedì 14 aprile 2011

Senza di te tornavo, come ebbro,
non più capace d'esser solo, a sera
quando le stanche nuvole dileguano
nel buio incerto.
Mille volte son stato così solo
dacché son vivo, e mille uguali sere
m'hanno oscurato agli occhi l'erba, i monti
le campagne, le nuvole.
Solo nel giorno, e poi dentro il silenzio
della fatale sera. Ed ora, ebbro,
torno senza di te, e al mio fianco
c'è solo l'ombra.
E mi sarai lontano mille volte,
e poi, per sempre. Io non so frenare
quest'angoscia che monta dentro al seno;
essere solo.

Pier Paolo Pasolini

14 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Buona idea Pasolini.
Ciao dolce seerata
Maurizio

Vele Ivy ha detto...

Stupenda! Non la conoscevo. Grazie per averla postata, è stata una bellissima sorpresa, veramente.

dandelion67 ha detto...

"Mille volte son stato così solo
dacché son vivo, e mille uguali sere
m'hanno oscurato agli occhi l'erba, i monti
le campagne, le nuvole."

Al contrario..io, in Madre terra trovo rifugio...quando l'essere umano mi colpisce..Essa mi rapisce...e non son più sola.

Dolci e struggenti questi versi...grazie La Stanza..
sereno giorno a Te
Dandelìon

Tra cenere e terra ha detto...

La capacità di esser solo, quando si è adulti è più difficile da acquisire...

Luigi ha detto...

anima inquieta ma grande!!!

Vania ha detto...

...che drammatica...e molto bella.
ciao Vania

Laura ha detto...

ehmmmmmbè...questa è pura arte! Grazie!

anna ha detto...

cos'e' la poesia se non canto dell'anima?
mentre la vita spezza, a volte, le sue alisu mu muri dicemento, lei vola leggadra in spazi senza fine dove i colori fanno risplendere i sogni

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Grandi versi.Serena domenica a presto

Alberto ha detto...

Solitudine, dramma umano, da sempre. Ciao.

anna ha detto...

Cosi' la "poesia-vita" appare nel suo drammatico volo fra albe e pianeti.
Dolcezza d'incanti, melodie di animi erranti.
Come un sogno fra le ali del vento.

Mari da solcare ha detto...

Grande Pasolini! Non conoscevo questa slendida poesia. Grazie per averla "postata"!

Le Papillon Noir ha detto...

adoro la drammaticità di questi versi...

Noir

anna ha detto...

Cos'è la poesia se non spirito e vita?
Cos'è la vita se non sogni, speranze e avvenire?
Chi siamo noi, io e te?
Domande